LUNEDI CHIUSO. Mar-Ven 9.15-12.15. Sab 9.00-12.00 / 15.30-19.00 –
GRANDI SCONTI SU TUTTI GLI ORDINI! -20%

Blog - La casa di Carol

Piuma, piumino o piumette, che differenza c’è?

Quando si sceglie la biancheria per la casa è molto importante informarsi riguardo ai materiali che si utilizzano: a seconda delle necessità, infatti, si può optare per prodotti diversi, dotati di differenti caratteristiche tecniche. Anche il prezzo varia a seconda dei materiali e degli standard qualitativi che vengono seguiti nella realizzazione del prodotto finale.

Per esempio, nel momento in cui si acquista la biancheria per il letto, una delle voci indispensabili, soprattutto per l’inverno, è rappresentata dal piumino da letto. In pochi, tuttavia, sanno che le imbottiture sono in realtà molteplici e presentano caratteristiche differenti. 

 

Innanzitutto, le imbottiture possono essere di due tipologie:

  • Sintetiche: realizzate attraverso la sintetizzazione del petrolio
  • Naturali: d’oca, d’anatra o in fibre bio organiche  come bamboo, canapa, cirmolo e mais.

In particolare la piuma d’oca è uno tra gli elementi naturali più comuni che presenta comunque, anche nella sua categoria, differenze qualitative che pochi conoscono.

Esiste infatti una differenza molto importante tra la piuma, piumino e piumetta.

Parlando di questi tre materiali, ci riferiamo sempre ad una parte del manto del volatile (d’oca o d’anatra), quella più superficiale, che copre l’estensione maggiore del corpo.

Questa presenta una sua particolare struttura, costituita dalla rachide, ossia l’asse centrale a propria volta divisa nel calamo e l’asta, dalla quale sporgono le barbe, filamenti intrecciati tra loro che formano il vessillo. 

Anche il clima influisce sulla qualità del piumino: generalmente, infatti, i piumini migliori sono quelli provenienti dai Paesi con i climi più freddi. Ecco perché è quasi scontato che un’oca Siberiana abbia un piumaggio più “pregiato” di un’oca Europea, cresciuta in un clima meno rigido.

IL PIUMINO: LA PARTE PIU’ PREZIOSA DEL PIUMAGGIO

Il piumino viene dall’oca ed è la parte più preziosa del loro piumaggio. La sua struttura a fiocchi è ciò che gli permette di essere così leggero; quest’ultimo infatti si differenzia dalla piuma per la sua composizione: non presenta né rachide né vessillo ma la sua forma a fiocco con un nucleo centrale (calamo) e le barbe ne determina una seconda caratteristica e cioè la sua estrema leggerezza: un fiocco, infatti, pesa appena dai 2 ai 3 milligrammi; ciò significa che per produrre un chilo di piumino occorrono circa un milione di fiocchi.

Altre caratteristiche che ne conseguono sono la sofficità, la morbidezza e la traspirabilità.

Per questi motivi, i piumini realizzati in vero piumino sono i migliori: grazie alla loro capacità di regolare la temperatura corporea in base a quella dell’ambiente circostante, risultano versatili e perfetti in qualsiasi stagione.

Quando fa caldo, per esempio, la temperatura del nostro corpo aumenta, generando sudore che viene assorbito e trasportato dal piumino in virtù della sua funzione igroscopica.

Se ci troviamo all’interno di un ambiente arieggiato, poi, questo processo viene ulteriormente favorito e il nostro corpo rimane asciutto e alla giusta temperatura.

Viceversa, quando fa freddo e la temperatura corporea diminuisce, la struttura del piumino determina la formazione di tantissime celle d’aria, che svolgono una funzione isolante, mantenendo il microclima tra il corpo umano e l’indumento. 

Ecco sintetizzate alcune caratteristiche-qualità che rendono il piumino così pregiato:

  • viene prodotto in quantità basse dal volatile 
  • è estremamente morbido
  • è leggero
  • non punge
  • non “canta” (ossia non produce rumore quando viene mosso)
  • presenta un’elevata proprietà termoregolatrice
  • riesce a mantenere una temperatura corporea costante
  • è isolante e aiuta il corpo a restare asciutto
  • è in grado di produrre molto calore

 

Queste sue caratteristiche fanno si che la quantità di piumino utilizzata in un prodotto sia anche indice della sua qualità: maggiore è la percentuale di piumino nella composizione di un prodotto, maggiore è la sua qualità.

Per il letto e per l’abbigliamento si è soliti utilizzare percentuali di piumino superiori al 70%; questo garantisce prestazioni eccellenti ai capi e ai prodotti. La rimanente percentuale di imbottitura è composta solitamente da piumette, piccole piume che vengono mescolate con il piumino.

St. Moritz Siberiano

Il piumino da letto che presenta il miglior rapporto qualità-prezzo è il St.Moritz Siberiano prodotto in Trentino Alto Adige da Daunex con imbottitura di 100% di piumino vergine bianco siberiano e tessuto esterno di cotone 100% naturale. Questo prodotto presenta esattamente insieme tutte le caratteristiche sopra elencate.

PERCHE’ LA PIUMA E’ DI QUALITA’ INFERIORE?

La piuma, che è un pò più pesante del piumino, ha le stesse caratteristiche, ma a causa del suo peso è preferita nelle imbottiture di prodotti d’arredamento.Quando infatti leggiamo su un’etichetta “imbottitura in vera piuma d’oca” dobbiamo sapere che si sta parlando di un prodotto specifico: per l’appunto, di piuma, da non confondere col piumino

La piuma è di qualità decisamente inferiore rispetto al piumino e non viene utilizzata per realizzare piumini da letto di alta qualità.

Al contrario, possiamo ritrovare questa materia prima in particolare all’interno di guanciali, materassi, topper e cuscini da divano. 

Ecco per quali motivi non è adatta per la realizzazione di  piumini da letto di qualità:

  • non è termoregolatrice
  • è appuntita perché c’è la cannuccia (una parte della piuma)
  • non è in grado di mantenere molto il calore
  • è pesante
  • punge
  • produce rumore 

… ED INFINE LA PIUMETTA.

Il terzo tipo di imbottitura dopo la piuma e il piumino è la piumetta: si tratta delle piume più piccole presenti sul corpo dell’animale, strutturate esattamente come le piume ma, appunto, dotate di dimensioni minori e considerate come la piuma di qualità inferiore.

Si tratta di una via di mezzo tra la piuma e il piumino, ma che comunque non può essere paragonata a quest’ultimo per qualità e performance, ecco perché spesso viene appunto mescolata in minime percentuali al piumino.

L’importante è sempre leggere con attenzione le etichette e capire di quali materiali stiamo parlando e delle loro presenza in percentuale all’interno del prodotto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Menu Principale x
X